“Il Demone” M. J. Lermontov (giuramento del Demone a Tamara)

“  Ho scelto te come il mio sacrario e ai tuoi piedi ho posto il mio potere e come dono attendo il tuo amore e ti darò in cambio di un momento: l’eternità. Credimi io, nell’amore come nell’odio, sono immutabile e sono grande. Te dunque, io dell’etere figlio, porterò nelle plaghe oltre le stelle. Dell’universo tu sarai regina. Mia prima amica, senza brama guarderai la terra, dove non c’è felicità sincera né bellezza che a lungo si mantenga, dove non sanno odiare e non sanno amare. Cosa si opporrà con il tempo al raggelarsi del sangue? O contro il sogno di un capriccio nuovo? Ma non a te, mia cara amica… un’altra sorte ti attende… Lascia il mondo al suo destino. In cambio l’ardita conoscenza a te, io vorrò rivelare, ai piedi tuoi la folla condurrò di tutti i demoni a me devoti… o mia bellissima Tamara… strapperò per te una stella e ruberò la rugiada da fiori… palazzi d’ambra e di turchese… Amami, dunque! “

Zoro.

Annunci