Ode alla Pucchiacca

Ode alla pucchiacca

Guarda,

tra le roccie,

la  pucchia

(dal  greco

Pucchiacca)

stilla  acqua  e

nettare  d’amor.

Non  riesco  a

dimenticare

il  suono  degli  uccelli,

è  la  nascita  della

Primavera.

E

tra  un  fiore colto,

e  l’altro  donato

a  chi  stanco  pellegrina,

dalla  roccia  della  fonte  sacra

nasce  una  preghiera:

“Quanto  è  bella  la  vita,

quanto  è  bello  l’amor”.

Les Gitanes

Annunci