Parla l’opsite: Essere donna…

Nuovo mercoledì, nuovo articolo di un amico del blog. Questa settimana tocca a Veronica che ringraziamo per il suo contributo, buona lettura.

Essere donna…                                                                                        
a volte mi chiedo cosa significa essere donna? Tutti penseranno “che domanda banale”…ma in effetti è sempre difficile rispondere.
Per prima cosa bisogna fare un salto indietro e ricordare il travagliato viaggio che la donna ha compiuto per arrivare all’emancipazione. In epoche lontane, la donna era esclusa dai processi politici, economici ed era relegata in casa, per assicurare “la continuazione della specie”, generando e accudendo la prole. La donna aveva un ruolo marginale all’interno del gruppo di appartenenza, non aveva dignità e aveva perso il diritto ad una vita propria. A fronte di ciò la domanda sorge spontanea, si puo valorizzare la donna come donna, oltre che come madre, moglie, lavoratrice?L’uguaglianza giuridica può contribuire al formarsi di questa cultura, ma non puo determinarla. Non esiste qualcosa che impedisca alla donna di essere donna; è costitutivo della natura femminile. Essere donna significa esserlo sempre anche quando non si è più madre, moglie, lavoratrice. Il problema non è  quello di salvaguardare i diritti acquisiti dalle donne, di non creare discriminazioni sessiste, ma anche quello di tutelare questa “ricchezza”, di cui l’uomo non si rende conto, e in forza della quale le donne dovrebbero rivendicare maggiori prerogative e opportunità. Come un serpente che cambia pelle ed il bruco che diventa farfalla, il percorso di crescita personale che la donna, oggi è in grado di fare, spogliandosi degli abiti stretti che è stata costretta ad indossare, si basa sulla liberazione della propria energia interiore, riappropriandosi di tutti quegli aspetti, che sono stati repressi o demonizzati, ma che in realtà esprimono la loro essenza ed il loro potere interno dell’essere donna.
“Essere donna è cosi affascinante, è un avventura che richiede tanto coraggio, una sfida che non finisce mai

Madre_natura

P.S.

Scusate se ogni tanto il blog non risulta aggiornato tempestivamente, ma gli impegni universitari ci stanno prendendo molto tempo. Cercheremo con tutti gli sforzi possibili di mantenere una lineraità nelle pubblicazioni dei post e colgo l’occasione per ringraziare chi ci segue (criticandoci o meno)….e mi raccomando non siate timidi e mandate i vostri articoli!

Annunci