L’ INDIFFERENZA

Salve,

spero che la fatica di quest’anno sia stata appagata al meglio dalle vostre vacanze….

Sul nostro cammino gli imprevisti si potrebbe dire sono all’ordine del giorno infatti,  per quanto si possa prevenire la strada che percorriamo non sarà mai totalmente in discesa…provvederà a fornirici  sempre  qualche ostacolo. Molte volte veniamo attaccati da una mirade di raggi scagliati dal sole come tante frecce da un arco, ovvero dalla chiarezza dalla verità che è talmente lucente che diviene difficile contrastarla o dalla pioggia (ve nè ho già parlato in un post precendente) che possiamo paragonare al malessere interiore.Ma vi è mai capitato di affrontare la nebbia?

Voi camminate è nell’aria si condensa ed incomincia ad espandersi questa nebbiolina bianca che sembra incarnare perfettamente l’INDIFFERENZA delle persone. L’attraversate perchè magari non è ancora abbastanza fitta da precludervi il cammino eppure in cuor vostro (magari avete paura di ammetterlo) sapete benissimo che da lei non riceverete niente. In lei puoi rivedere amici, conoscenti, familiari che ti attraversono con le loro promesse senza arrecarti nè danno nè beneficio. Ci sono, li vedete , ma non li sentite! non si lasciano toccare….

All’improvviso vi arrestate di colpo la nebbia vi impedisce di proseguire.

Vi siete imbattuti contro il muro del: ma perchè ci si comporata in questo modo? Cosa vedono i loro occhi ? Cosa sfugge alla mia vista?

Incominciate a porvi tante domande ma per quanto ci si possa sforzare a trovare una risposta non cè nè sarà mai una. L’ INDIFFERENZA è COSì… l’importante è riconoscerla è affrontarla cercando quando è possibile di anticipare le sue mosse.

Ma non vi preoccupate troppo la nebbia alla fine si dirada è sarà costretta a farvi passare….

Annunci