Il filtro cattivo è una maschera del vero.

 

Allarme corruzione: cominciano le indagini e le prime accuse!

articolo di Emilio Massimo Falsare.

Nelle stanze dei bottoni del circuito economico-finanziario è  cominciata la caccia alle streghe e non si escludono casi di impeachment che si aggiungerebbero alle decine di avvisi di garanzia già partiti in questi giorni. Il potere giudiziario tuttavia non è esente da  questo terribile Tsunami a sentire dalle parole del portavoce dei magistrati: “Il lavoro di alcuni miei colleghi in queste ore si dirige anche verso chi ha avuto connivenze con chi ha commesso fatti illeciti, e non è da escludere che ci siano anche alcuni giudici nel registro degli indagati”. E’ ormai sensazione comune che bisognerà aspettare per conoscere i primi nomi della lista in cui nessun uomo di potere vorrebbe essere, ed intanto l’opinione pubblica fa sentire il suo malcontento; i sondaggi pubblicati dagli istituti più noti a livello nazionale danno la fiducia nelle istituzioni al di sotto del minimo storico registrato negli ultimi trent’anni. Gli anatemi dei partiti fuori dai giochi di legge sono chiari: “Non ci accontenteremo del capro espiatorio, questa volta non ci sarà un solo uomo nero, ma tutti dovranno uscire dalla tana e scavare la propria fossa” annunciano gli esponenti del Partito Popolano, i vertici di Extrema Destra attraverso il loro portavoce ufficiale dichiarano “La situazione era stata denunciata già da molto tempo ed adesso siamo di fronte ad una malattia autoimmune dello stato”. Il cadavere di questa repubblica potrebbe essere presto portato fuori allo scoperto, ed in attesa dei numerosi avvoltoi pronti a sbranare la vittima per ottenere un seggio, gli organi eletti dai cittadini giocano a scarica barile attaccandosi l’un l’altro sulle responsabilità relative al controllo e alla regolamentazione dei mercati. La patata bollente adesso è in mano alla commissione bicamerale istituita ad hoc dal Parlamento che tenta dunque, con questa sorta di Sant’uffizio, un ultimo tentativo di controriforma del paese.

Annunci