IL SOLE DORMIENTE II : LA STORIA DI UN FALSO ALLARME E DI UNA LOBBY DI POTERE

Salve è ancora una volta il mio turno; spero di non annoiarvi troppo con i temi che tratto ma per amor del vero, avendo tra le mani uno strumento simile, non posso farne a me.Quindi ascolterete.

Il sole resta dormiente, ormai siamo a mesi e mesi di fila SPOTLESS (senza macchie solari), rimando al post precedente per chiarimenti circa COSA QUESTO COMPORTI.

Ma veniamo a noi: l’argomento di cui oggi voglio trattare è nient’altro che una delle questioni più spinose del nuovo secolo che stiamo vivendo,IL GLOBAL WARMING ovvero il riscaldamento globale.

Sappiamo, sapete, CI HANNO RACCONTATO, che a causa  delle immissioni di Co2(anidride carbonica) nell’atmosfera in quantità massicce da parte dell’uomo, la temperatura media tende a salire per via dell’EFFETTO SERRA.Ergo Pianeta più caldo, GHIACCIAI IN DIMINUZIONE. Mi sembra logico, ragionevole, se non chè….non è vero.

Nel post precedente vi ho presentato la possibilità che,essendo la nostra beneamata stella in un periodo di minimo, la terra possa affrontare a breve un periodo noto come “piccola” Era Glaciale. Le era glaciali sono caratterizzate da un aumento generale della superficie dei ghiacciai artici e antartici(in termini di MILIONI di metri quadrati) dovuto a:

  1. generale diminuzione della temperatura globale
  2. indebolimento delle correnti oceaniche
  3. MINIMO SOLARE

Sic stantibus rebus vi dimostrerò come in realtà, in barba a tutto ciò che i media raccontano, i ghiacciai stanno aumentando:

Primo semplice dato

il grafico riporta l’andamento della cosidetta anomalia antartica(fonte NOAA); l’anomalia antartica è la variazione dello spessore dei ghiaccia in relazione a un valore di riferimento, diciamo un valore “Normale”: essa è negativa se lo spessore è minore del normale, positiva se è maggiore del normale.Ebbene a  questo punto potete leggerlo chiaramente, pur avendo avuti picchi di discesa nel 2000, lo spesso dei ghicci antartici aumenta, è aumentato, e ha praticamente raggiunto i livelli del 1979( cosa trana se pensiamo che da quella data a oggi l’immissione di gas serra è aumentata del 120%…quale efetto serra!). Non basta a convincervi lo so, siete menti critiche altrimenti non stareste leggendo il nostro blog, fautore di libero pensiero.

Allora ho altro per voi:

in questo grafico è riportata invece l’estensione(in milioni di chilometri quadrati) dei ghiacci marini artici(polo nord).La linea nera rappresenta il cilo inverno-estate: ovviamente alla data odierna si trova in ribasso rispetto alle date precedenti perchè, ricordarlo non fa male, siamo in estate.L’elemento fondamentale per capire il tutto è la linea rossa: essa è l’anomalia artica, cioè di quanto l’estensione superficiale dei ghiacciai del polo nord si discosta da un parametro zero(“normale”); ebbene come potete facilmente ammirare la linea rossa è crescente cioè la superficie artica è in aumento.

Per sigillare il tutto ecco un immagine più immediatamente comprensibile perchè visiva:

La prima  mostra l’estensione dei ghiacci antartici(polo sud) nel 1990 e come potete leggere sotto tale estensione ammonta a 13,7 milioni di metri quadri.

La seconda  mostra l’estensione dei ghiacci antartici oggi, anzi giugno 2009….14,4 milioni di metri quadrati(fonti NASA!)

Decisamente un aumento(circa un milione di metri quadrati) che non ha nulla a che fare con il global warming.

Personalmente credo che la scienza se non è libera è un’arma anzicchè un dono per l’Umanità.Il Global Warming è un mito creato dalle stesse compagnie che vendono il petrolio e inquinano.

Voglio sottolineare che con questo articolo non intendo minimamente esprimere la mia approvazione a qualsiasi forma di inquinamento; le fonti di energia rinnovabili sono necessarie, perchè economiche, pulite, salutari, praticamente inesauribili, di facile accesso a tutti.

Invece i media di tutto il mondo hanno creato una chimera mentale inconscia difficile da ammettere subito: ci inducono a credere che l’unico modo di evitare una serire di “catastrofi” ambiantale sia ridimensionare le immissioni di Co2…eppure noi non vediamo nessuna catastrofe, non percepiamo realmente aumenti di temperatura, non veniamo travolti da continue inondazioni;e alla fine siamo portati a conservare lo status quo INCONSCIAMENTE.

Ribadisco: Sapere aude! abbi il coraggio di servirti della tua intelligenza…pochi spiragli ci rimangono , ma con determinazione e volontà, faremo soffiare sempre e con maggior impeto il vento della libertà.

P.S. ah dimenticavo per quello che ho detto prima sui ghiacciai, ringraziate lui

totalmente spotless!

Aggiornamento:l’ho trovato solo adesso, il grafico dell’anomalia climatica italiana tra il 1990 e oggi.Più il colore è scuro verso il blu più le temperature sono diminuite in media rispetto a 20 anni fa.


Annunci