—->NAPOLETANO

NFRA DOIE PUTTANE

-Ne piezz e pigliangul magnacazz
ha ritt ca me vuò sfotter afforz’?
già, pè fa ngul tu sì proprio ‘e razza,
p’alliccà pisc faciss a mmorz!

Tu t’he arrubbato tutte quante ‘e cazze
Ca i’ m’alluggiavo astrinse comm è morze
Ma si nu juorn e chist po me ncazz
T’o chiav ngul addò ce tiene ‘e scorze!

Quatt pare ‘e cazz t’he ‘rrubbat
Che devan na lira ogne chiavat,
pe quanto i’ ma’aizavo sul ‘a vesta,
caccianno ‘e zizze a fore…sul a festa!

-Si a te na lira sol t’hanno rato,
vò di ca pure nculo ll’he pigliato!

-A tte te l’ha scassat ngul o parrucchian
e appresso aisso pure ‘o sacrestano!

–→ ITALIANO

TRA DUE PROSTITUTE

-Tu specie di sodomita mordipene
Hai deciso di insultarmi testardamente
Di sicuro! Sei proprio la tipica persona che insulta
Per avere rapporti orali faresti a morsi!


Tu mi hai rubato tutti i clienti
Che mi tenevo stretti come morse.
Ma se un giorno di questi mi arrabbio
Ti frego nei tuoi punti più forti!


Mi hai tolto quattro clienti
Che  mi davano una lira per ogni penetrazione
E non ti dico se solo mi alzavo la veste e
Mostravo i seni!…una festa!


-se ti davano una lira soltanto,
vuol dire che effettivamente ti hanno sodomizzato!


-Figurati a te ti ha sodomizzato il parrocchiano
e appena dopo addirittura il sacrestano!

Annunci